The Real Pink Floyd Experience
 

ANIMALS

Tutti gli animali sono uguali, ma ce ne sono alcuni più uguali degli altri
(George Orwell – La fattoria degli animali)

 

Incastonato tra perle quali THE DARK SIDE OF THE MOON (1973) e WISH YOU WHERE HERE (1975) da una parte (con le quali completa un’ideale trilogia) e THE WALL (1979) dall’altra, ANIMALS (1977) è un album particolare e dai molti significati. Segna l’inizio dello strapotere di Roger Waters all’interno dei Pink Floyd, l’inesorabile logorio dei rapporti del bassista con gli altri membri del gruppo, ma soprattutto la genesi di una ormai sempre più incolmabile distanza tra i Floyd ed il loro pubblico. Proprio durante il successivo In The Flesh Tour tra palchi smisurati, enormi stadi e attrezzature tecniche e sceniche di proporzioni impressionanti, si viene a creare quell’ipotetico (ma neanche tanto) muro di isolamento tra Waters e i suoi fans che troverà la sua manifestazione nel successivo album. Senza ANIMALS, THE WALL non sarebbe mai esistito.

Tre le tipologie di animali che vengono riproposte come stereotipi degli esseri umani: i cani che agiscono in branco disposti a tutto pur di sopravvivere, i maiali leader e uomini di potere che utilizzano il loro finto moralismo per comandare, e le pecore, vittime finali del sistema sfruttate dai primi e governate dai secondi. Dogs, Pigs e Sheep: il pessimismo Watersiano è servito. Il tutto è impacchettato in quella che è forse la copertina più rappresentativa dei Pink se non altro per quel maiale che volteggia nei cieli fumosi e grigi di Londra sopra alla vecchia centrale elettrica della città: la Power Station.

I PFL ripropongono questo album accompagnati dai consueti strumenti e video a tema in una formazione che è quella tipica del tour del 1977 e che vede infatti l’inserimento di un secondo chitarrista, all’epoca Snowy White con la sua Gibson Gold Top. Pezzo forte dello spettacolo è la presenza di un enorme maiale gonfiabile (il mitico Algie della copertina che accompagnerà da quel momento i Pink Floyd in tutti i loro tour seppur sotto vesti diverse) che si libererà in volo durante lo spettacolo.